Oceano

 

Mi dici di essere a riva
anche se siamo in mare.
Ti porto allo specchio
e ti costringo ad accettare.
Sei tu quella sirena
che prese Nettuno
sul suo trono.
Mi sorridi tristemente
e la mia rabbia svanisce.
La tua bocca di cartone
scivola attraverso il mio petto.
Così, ci tuffiamo velocemente
e assaliamo il letto dell’oceano.

(Gennaio 2015)

 

(guarda la videopoesia)

 

ssss

 

 

               

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *